Tuesday, October 09, 2007

meno una. E mezzo.

la penultima notte di shift, stasera sono qui con un americano, Bill, che parla un italiano degno della Parisi negli anni migliori. Simpatico, ma decisamente logorroico, penso mi abbia lasciato tranquilla solo 5 minuti sulle ultime 3 ore... quando sono andata in bagno.

Parla di cucina, di viaggi, di lavoro, di campi magnetici, di vino francese, di conferenze, di particelle... approposito, come sono spocchiosi i particellari: quando si rendono conto che non sai usare root (dio mio, lo usano solo loro! ma loro sanno usare madx???) ti guardano dall'altro in basso e passano alla seconda domanda. Che quando va bene e' "ma tu usi linux o windows?". Quando va male invece e' "ma allora sei ingegnere?"

Va bene tutto, ma ingegnere no... ;)

Nella mia mente, complice la stanchezza, tutto incomincia a confondersi. Le mail in spagnolo, i piatti di cucina siciliana di cui abbiamo parlato, i campi magnetici che deviano raggi cosmici. Mi sogno souffle' ai positroni, i tortellini della nonna, il ristorante italo americano a new york della famiglia di Bill, la sorella di serena nella sua casa nuova, mi sogno la mia casina, che oggi ho pulito per bene, che mi aspetta profumata... ora sta profumando e non c'e' nessuno a godersi la sensazione, che spreco... mi sogno il mio lettino, nel quale fra poco piu' di cinque ore mi potro' infilare... mi sogno la fine di questo shift, che con l'alba e' ancora troppo, troppo lontana.

2 comments:

mfglinux said...

Bueno, al menos el shift tiene algo bueno. ahora ya escribes algo mas en el blog.

Has pensado en ponerte unos headphones y decir que tienes una presentacion para un congreso???

Besos

svaluzza said...

per stanotte sto adottando la tattica del silenzio... forse va meglio....

domani salsa? ;)