Friday, January 15, 2010

Solo (and again)

Solo... Siamo bambini viziati. Si inizia sempre con un "solo". Mi e' solo simpatico. Voglio solo parlargli, voglio solo prenderci un caffe'. Voglio solo conoscerlo meglio, voglio solo che mi noti, voglio solo che mi stimi. Voglio solo sedermi di fianco a lui al ristorante. Voglio solo essergli amica. Voglio solo passare un po' di tempo con lui. Da sola. Voglio solo sapere come sta, voglio solo dirgli buona notte. Ma no, figurati, volevo solo fare una battuta... solo.. Voglio solo che mi abbracci per scaldarmi quando sono triste. Voglio solo sfiorare la sua mano mentre camminiamo fianco a fianco, voglio solo avvicinarmi al suo viso per guardarlo negli occhi piu' da vicino. Mi basterebbe. Voglio solo sentirlo ridere. Voglio solo vederlo felice. Voglio solo un bacio, uno solo e poi solo un'altro.

Voglio solo innamorarmene.

Voglio solo dimenticarlo.

4 comments:

il nulla said...

io non volevo solo innamorarmene.
a mio malgrado è successo.

però ora voglio solo dimenticarlo.

mi trovi completamente d'accordo.
la parola solo è da abolire.

valentina said...

a volte penso di dover abolire mezzo vocabolario!!!! :)

... ma basta "solo" un po' di tempo, no? o no?

Francine said...

La mia vita è un continuo "solo". Vorrei solo recuperare. Vorrei solo non averlo fatto. Vorrei solo riaverti. Solo. Già, solo.

valentina said...

ciao francine... vedo che la vita di tutte noi e' piena di "solo", e di momenti interrotti. questo mi fa pensare... un abbraccio, grazie del commento.